Editoriali

Una ripresa al ribasso

Il Rapporto annuale sulle Comunicazioni obbligatorie evidenzia segnali di frammentazione del mercato del lavoro. Si conferma il peggioramento della qualità dei rapporti: boom del lavoro a chiamata, più precarietà e calo delle stabilizzazioni

del (20/07/2018) di Fulvio Fammoni, presidente Fondazione Di Vittorio

Contro la precarietà i titoli non bastano

Decreto dignità: alcune misure sono condivisibili ma risulta assente un disegno per rimettere al centro il lavoro. Per la Cgil necessari investimenti volti a creare occupazione, sostegno agli ammortizzatori sociali, rilancio delle politiche attive

del (19/07/2018) di Alice Frei

«Mi ricordo e canto», il nostro concorso per celebrare il '68

Votiamo la più bella canzone di lavoro e di lotta eseguita in occasione del “secondo biennio rosso” italiano. All’autore e/o all’interprete del brano che avrà ottenuto più preferenze sarà consegnato un premio nel corso del XVIII congresso della Cgil

del (18/07/2018) di Guido Iocca

Anche l’impresa sociale è in debito di ossigeno

Tra molti successi e percorsi lodevoli fanno capolino difficoltà e limiti. Come rispondere ai segnali di crisi senza stravolgere un modello che tanti risultati positivi ha prodotto con capacità di risposta e aderenza alle comunità e ai loro bisogni?

del (17/07/2018) di Nuccio Iovene

Se il lavoro si paga con la vita

Morti e infortuni crescono soprattutto al Nord e coinvolgono lavoratori con età anagrafica sempre più elevata. In aumento anche le malattie professionali. Per completare il quadro: poca formazione, macchinari vetusti e ispettori al lumicino

del (16/07/2018) di Giorgio Frasca Polara

Ambiente: più reati e qualche silenzio di troppo

Le ecomafie non si fanno intimorire dalle inchieste, gli arresti e i processi. Che pure ci sono e anche in crescita. Il business (specie rifiuti e agroalimentare) non conosce freni ma all’opinione pubblica arriva poco o niente. La denuncia di Legambiente

del (13/07/2018) di Giorgio Frasca Polara

Madri al lavoro, è ancora buio pesto

Agli onori della cronaca gli imprenditori che premiano le neomamme. C’è poco da gioire: questi casi risultano così “clamorosi” perché in assoluta controtendenza con il mercato del lavoro, che invece allontana le donne con bambini o che pensano di sposarsi

del (12/07/2018) di Silvia Garambois

Una salute a due velocità

Al Nord la vita è più lunga che non nel Mezzogiorno. E a tassi di istruzione più elevati corrisponde una maggiore aspettativa di vita. Non ultimo, anche le patologie, come le cure, cambiano su base geografica oltre che di reddito!

del (11/07/2018) di Giorgio Frasca Polara

La Rete dell’intolleranza

Si odia sempre di più. Su Internet è un profluvio di violenza verso le donne, i migranti, gli islamici, gli omosessuali, e buon ultimi gli ebrei. Difficile da fermare una spirale che non è solo virtuale. Una mappa redatta da Vox-Osservatorio sui diritti 

del (10/07/2018) di Nuccio Iovene

Impossibile partorire in montagna

Mentre si fanno bei proclami sul contrasto alla denatalità, si procede con l’assurda norma che prevede la chiusura dei punti-nascita con meno di 500 parti all’anno. L’Emilia Romagna aveva chiesto una deroga per i comuni montani: che farà il governo?

del (08/07/2018) di Giorgio Frasca Polara

Fermiamo l’emorragia di umanità

Appello di Anpi, Libera, Arci, Legambiente per contrastare le politiche italiane di chiusura ai migranti. Sabato 7 luglio indossiamo una maglietta rossa “per un’accoglienza capace di coniugare sicurezza e solidarietà”. Il sostegno di Cgil, Cisl e Uil

del (06/07/2018) di Alice Frei
1 - 10 (2095 record)
« 1 2 3 4 5 6 »

radioarticolo1 app
Astrelia sviluppa siti internet CGIL applicazioni desktop, applicazioni mobile, applicazioni web
Privacy Policy