Editoriali

Il Vaticano boccia la crescita senza qualità (e la finanza rapace)

Il benessere va valutato con criteri ben più ampi della produzione interna lorda di un Paese, tenendo invece conto di altri parametri, quali la sicurezza, la salute, il rispetto del capitale umano, il livello della vita sociale e il valore del lavoro

del (31/10/2018) di Nuccio Iovene

L’Accademia delle discriminazioni

La selezione di genere non risparmia l’Università: più si sale, meno sono le docenti in cattedra. Mosche bianche tra veleni e ostacoli alla carriera. Perché allora, a parità di merito, non scegliere una donna? Il contrario di quel che si è fatto finora…

del (30/10/2018) di Silvia Garambois

La sanità e l’universalità perduta

Record di italiani, undici milioni, che rinunciano alle cure per ragioni economiche. Confermato che la maggior parte di loro risiede nel Mezzogiorno. Aspettativa di vita e condizioni di salute più allarmanti quanto più basso è il livello di istruzione

del (29/10/2018) di Giorgio Frasca Polara

Due Italie, nessuna risposta

L’ultimo rapporto Svimez denuncia come negli anni della crisi il ritardo del Mezzogiorno rispetto al resto del Paese sia gradualmente e persistentemente ampliato. Effetti drammatici su occupazione e servizi sociali. La fuga dal Sud e la spesa pubblica

del (26/10/2018) di Giorgio Frasca Polara

Scuola: il pranzo non è uguale per tutti

Non solo le discriminazioni su basi “etniche”. Benché momento di educazione e socializzazione, la mensa è ancora considerata un servizio a domanda individuale, legato alle esigenze di bilancio dei singoli comuni. Accesso difficile e selezione per censo

del (25/10/2018) di Giorgio Frasca Polara

Un Paese poco sostenibile

Nei campi della salute, dell’educazione, dell’uguaglianza di genere, dell’innovazione, dei modelli di produzione e di consumo, della lotta al cambiamento climatico o della cooperazione internazionale siamo assai lontani dagli obiettivi dell’Agenda 2030

del (24/10/2018) di Nuccio Iovene

La polvere che uccide tra silenzi e inerzia

Il nostro Paese è ancora alle prese con il drammatico problema della persistenza, a ventisei anni dalla legge che ha messo al bando l’amianto, di paurosi ritardi nell’eliminazione di questa fibra-killer e nella bonifica dei siti contaminati

del (23/10/2018) di Giorgio Frasca Polara

Con i migranti per fermare la barbarie

Il 27 ottobre in piazza non in una ma dieci, cento città. In Italia e in Europa risuonano forti campanelli di allarme. I princìpi di civiltà e di convivenza democratica sono tornati a essere bersagli di chi vuole dividere, reprimere, escludere, cacciare

del (20/10/2018) di

Le sentenze si rispettano. O no?

Non si può dire “Sei malato e ti licenzio”. Il tribunale ordina in reintegro ma l’azienda fa carta straccia dell’ordinanza. Dopo tre mesi il lavoratore disabile non è riammesso in fabbrica, non gli è stato versato né il Tfr né le retribuzioni arretrate

del (19/10/2018) di Giorgio Frasca Polara

Mercato del lavoro: cosa c’è da festeggiare?

La quantità di ore lavorate è ancora inferiore al 2008 così come calano gli occupati a tempo pieno e la qualità del lavoro. Prevale tra le aziende la scarsa fiducia nel futuro e quindi l’idea di scaricare una parte del rischio di impresa sul lavoro

del (18/10/2018) di Fulvio Fammoni

Marchi in fuga, lavoro in fumo

L’addio all’Italia del caffè Hag è solo l’ultimo episodio di brutale delocalizzazione. Nessuna crisi ma soltanto un calcolo di ottimizzazione dei profitti attraverso una presunta riduzione dei costi. Una tendenza che tutti denunciano ma nessuno ferma

del (17/10/2018) di Giorgio Frasca Polara
51 - 60 (2211 record)
« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 »

radioarticolo1 app
Astrelia sviluppa siti internet CGIL applicazioni desktop, applicazioni mobile, applicazioni web
Privacy Policy