venerdì 24 marzo 2017

  • ore 09:00 - Voltapagina - Rassegna stampa del lavoro. Con G. Sbordoni
  • ore 10:00 - Work in news - Intervengono G. Mesina, Cgil Toscana; F. Spina, Cdl Campobasso; I. Maiorella, Uisp
  • ore 10:30 - Diamo credito al lavoro - Stress da bancario o banche sotto stress? Con A. Megale, Fisac
  • ore 11:00 - Gierreelle - Giornale Radio del Lavoro
  • ore 11:05 - Italia Parla - Pensioni, la tela infinita dell'Ape.? Con R. Ghiselli, Cgil
  • ore 11:30 - Elleesse - Sport sociale e per tutti, le sfide da vincere. Intervengono V. Manco, Uisp; M. Valeri, Unar; F. Lucidi, La Sapienza
  • ore 12:00 - Gierreesse - Giornale Radio Sociale
  • ore 12:05 - Elleradio - Artigianato, questo sconosciuto.  Le mille facce del Made in Italy. Intervengono: B. Panieri,  direttore  Politiche economiche di Confartigianato, M. Rota, responsabile imprese artigiane della Fiom Cgil; S. Paoloni, Filctem Cgil. In studio C. Sala, responsabile dei settori artigiani della Cgil
  • ore 13:00 - Gierreelle - Giornale Radio del Lavoro
  • ore 15:00 - Lavoro pubblico - Igiene ambientale, dal rinnovo all'avvio della contrattazione integrativa. Interviene M. Cenciotti, Fp - Sanità Puglia, stabilizzare i precari. Con B. D'Alberto, Fp regionale
  • ore 15:30 - #Con2Si. Appuntamento quotidiano con i referendum popolari sul lavoro promossi dalla Cgil - Intervengono E. Di Gregorio, Cgil Veneto e E. Bennardo, Libera Parma
  • ore 16:05 - Tutto Lavoro - Quotidiano di economia e sindacato -
  • ore 16:30 - Ellemondo - Specchio internazionale. Interviene N. Rocchi, Cgil
  • ore 16:45 - Senioradio - L’associazione per l’invecchiamento attivo del Veneto a congresso. Parla F. Piacentini, presidente Auser Veneto
  • ore 17:00 - Jailhouse rock, storie di musica, carcere e lavoro.
    Charlie Parker. A cura di S. Marietti e P. Gonnella, associazione Antigone
  • ore 18:00 - Gierreelle - Giornale Radio del Lavoro

parole al lavoro

Salute pubblica, addio all’articolo 32?

Il sistema sanitario è allo stremo, colpito da anni di tagli: costanti, miopi e inutili. Meno risorse ma soprattutto meno addetti, con i precari che sono oramai oltre 40mila. Sorridono solo i privati, sempre più concorrenziali per l'aumento dei ticket

di Stefano Iucci

photogallery

Caricamento in corso...

videogallery

Caricamento in corso...

Podcast






















App Android App iOs

Cerca in archivio