Finanze

Come scegliere una carta di credito a basso interesse

Il saldo medio della carta di credito nel primo trimestre del 2019 si è attestato a $ 6.028, secondo gli ultimi dati dell’ufficio di credito Experian. Ancora peggio, il debito totale delle carte di credito negli Stati Uniti è aumentato del 29% negli ultimi cinque anni, raggiungendo gli 807 miliardi di dollari.

Con numeri del genere, non c’è da meravigliarsi che i consumatori stiano cercando carte di credito a basso interesse. Più basso è il tuo tasso di interesse, dopotutto, meno devi pagare il tuo prestatore per il privilegio di contrarre prestiti e più puoi investire per uscire dai debiti.

Se ti sembra interessante, allora abbiamo buone notizie. Se hai un buon credito, ci sono diversi tipi di carte di credito a basso interesse oggi sul mercato e ognuno può aiutarti in modi diversi.

Il termine carta di credito “a basso interesse” può riferirsi a una carta con un’offerta introduttiva di tasso annuo effettivo globale (TAEG) dello 0% o semplicemente una carta con un TAEG inferiore ai tassi prevalenti. Il TAEG medio sulle carte di credito a maggio 2019 era del 15,13%, secondo gli ultimi dati della Federal Reserve. Se hai un buon credito, puoi trovare carte con tassi correnti molto inferiori a questo: 7% -9% in alcuni casi.

Tipi di carte di credito a basso interesse

La prima cosa da considerare quando scegli una carta di credito a basso interesse è quanto tempo pensi che ti ci vorrà per pagare il tuo saldo, se questo è ciò a cui stai mirando (e speriamo che lo sia!)

Forse stai per sostenere delle spese insolitamente grandi – ti stai per sposare o ti stai imbarcando in un progetto di ristrutturazione della casa – e hai solo bisogno di un po ‘di tempo per recuperare i costi.

O forse il tuo futuro è oscuro. Se hai perso il lavoro, stai attraversando una crisi medica o stai divorziando, potresti non sapere che tipo di situazione finanziaria aspettarti lungo la strada. Considerare questi fattori ti aiuterà a scegliere quale carta di credito è giusta per te.

APR introduttivo dello 0%

Se sai che presto farai un grosso acquisto e puoi ripagarlo nel corso di diversi mesi, una carta APR 0% potrebbe essere la scelta giusta.

Queste carte offrono un tasso di “teaser” o “intro” APR dello 0% che dura per un determinato periodo di tempo, di solito da pochi mesi a 18 mesi. Al termine del periodo dello 0%, pagherai gli interessi su qualsiasi saldo residuo al TAEG in corso. Ma idealmente, a quel punto saresti in grado di saldare interamente il saldo.

Attenzione alle cosiddette carte di interesse differito, spesso emesse dai negozi al dettaglio. A prima vista, sembrano carte APR con 0% di intro, ma c’è un problema. Se non paghi completamente il saldo entro la fine del periodo di introduzione, dovrai pagare degli interessi retroattivamente sull’intero saldo, non solo sul saldo che ti resta, e i tassi di interesse possono raggiungere il 25%.

TAEG trasferimento saldo dello 0%

Se hai già un saldo su una carta di credito ad alto tasso di interesse, una buona opzione potrebbe essere una carta di trasferimento del saldo dello 0%. Sono simili alle carte di credito introduttive con APR 0%, ma la tariffa promozionale si applica solo al saldo che hai trasferito sulla carta.

Queste carte possono offrire o meno un APR intro dello 0% anche sui nuovi acquisti. Ad esempio, una carta potrebbe avere un’offerta TAEG 0% che dura 21 mesi sui trasferimenti di saldo e 12 mesi sui nuovi acquisti.

Se l’incentivo è solo per i trasferimenti di equilibrio, pagheresti il ​​normale TAEG in corso sui nuovi acquisti. Questa è un’opzione ragionevole se il budget mensile è tornato a un livello confortevole dopo una serie insolita di spese.

Un fattore critico per questi tipi di carte è la commissione di trasferimento del saldo addebitata quando effettui il trasferimento. Questi sono in genere il 3% -5% dell’importo della transazione, quindi dovresti fare i conti (usando un calcolatore di trasferimento del saldo come questo) per assicurarti di essere ancora in vantaggio quando peserai i tuoi risparmi sugli interessi. Oppure trova una carta che non addebita una commissione per il trasferimento del saldo. Non sono molto comuni, ma ce ne sono alcuni là fuori.

APR in corso basso

Se prevedi di avere il saldo di una carta di credito per il prossimo futuro, o perché hai avuto un grande evento inaspettato o semplicemente non riesci a sbarcare il lunario, cerca una carta con un tasso di interesse inferiore alla media e ancora meglio, uno con un’offerta introduttiva o di trasferimento del saldo.

Se hai un buon credito, non è così difficile trovare carte di credito che offrono APR del 7% -9%. Assicurati di leggere le scritte in piccolo, tuttavia, per assicurarti che questa non sia solo una percentuale di introduzione.

Altri fattori da tenere a mente

  • Passare a un tasso di interesse più basso potrebbe non farti risparmiare denaro se paghi in altri modi. Oltre alle commissioni per il trasferimento del saldo di cui abbiamo appena discusso, le società potrebbero addebitarti una commissione annuale. Se ci sono commissioni, assicurati che il denaro che risparmierai sugli interessi più che compensi i tuoi costi.
  • Il TAEG che ti viene offerto dipenderà dal tuo punteggio di credito e dalla tua solvibilità. Poiché è meglio fare domanda solo per le carte che hai buone possibilità di ottenere, ti consigliamo di controllare prima il tuo punteggio per restringere il gruppo di carte che stai considerando.
  • I TAEG sono spesso variabili. Ciò significa che si muovono con il tasso primario degli Stati Uniti, un benchmark strettamente collegato al tasso obiettivo della Federal Reserve.

Related posts

Protezione restituzione carta di credito: che cos’è?

admin

Come utilizzare in sicurezza la tua carta di credito online

admin

Come costruire un portafoglio di fondi comuni di investimento

admin

Leave a Comment