Finanze

Il controllo del punteggio di credito lo abbassa?

Richieste soft vs. hard
Eventi che richiedono richieste soft
Eventi che richiedono indagini difficili
Verifica del proprio punteggio di credito Richieste di carte di credito Preventivi di assicurazioni auto Richieste di prestito auto Offerte di carte di credito preapprovate per posta Domande di prestito per studenti Verifica dell’impiego, come un controllo dei precedenti Domande di mutuo Domande di prestito personale Domande di affitto di appartamenti o case Apertura di un nuovo telefono cellulare o di un servizio di utilità account

Richieste di credito morbido

Come potrebbe suggerire il nome, le richieste morbide non influiscono sul tuo punteggio di credito. Il controllo del punteggio è un esempio di indagine soft, così come i controlli dei precedenti del datore di lavoro e le offerte di marketing promozionali o di pre-approvazione, come gli annunci di carte di credito nella tua casella di posta. Questi tipi di controlli del credito non vengono visualizzati nel tuo rapporto di credito e non richiedono la tua autorizzazione.

Richieste di credito duro

Ogni volta che richiedi un credito, il prestatore estrae il tuo rapporto di credito e / o il tuo punteggio di credito per determinare la tua solvibilità, interessi e termini. Quell’azione, chiamata indagine complessa, verrà annotata sul tuo rapporto di credito per un massimo di due anni, indicando alle agenzie di credito e ad altri istituti di credito che hai richiesto attivamente un nuovo credito.

Queste richieste possono abbassare il tuo punteggio di credito.

Se non sei sicuro di come un potenziale finanziatore o azienda controllerà il tuo credito e sei preoccupato per l’impatto del punteggio di credito, chiedi semplicemente: “Sarà un’indagine difficile o morbida?” prima dell’applicazione.

Perché le richieste difficili danneggiano il tuo punteggio di credito?

Il tuo punteggio di credito si basa sulle informazioni nel tuo rapporto di credito, comprese le richieste di credito e l’età del tuo conto di credito. Per i punteggi FICO, le nuove informazioni sulla richiesta di credito contribuiscono al 10% del punteggio di credito. Una piccola percentuale, forse, ma può influire sul tuo punteggio.

Secondo FICO, un’indagine difficile ti farà perdere solo circa cinque punti dal tuo punteggio di credito per 12 mesi. Il modello di punteggio di credito di VantageScore tiene conto anche di richieste complesse durante il calcolo del punteggio di credito, ma l’impatto negativo non dura così a lungo.

Molte richieste complesse sul tuo account in un breve periodo possono avere un impatto maggiore sul tuo punteggio di credito. Perché? Perché suggerisce agli istituti di credito che potresti essere a corto di liquidità o in procinto di accumulare debiti. Ai loro occhi, sei un cliente ad alto rischio.

Se stai cercando un grande prestito (ad esempio per un’auto, una retta scolastica o una casa), non preoccuparti di essere disturbato per più richieste. Il modello di punteggio FICO riconosce questo comportamento e, fintanto che fai acquisti entro 14-45 giorni, numerose richieste complesse per prestiti contano solo come una richiesta.

La maggior parte delle indagini complesse influisce solo sui punteggi di credito durante i primi 12 mesi e l’impatto diminuisce man mano che la data della richiesta iniziale si allontana. Tuttavia, se sei nuovo nel settore del credito, una domanda complessa potrebbe sembrare più dannosa; un minor numero di elementi della storia creditizia positiva può contrastarlo.

Perché è importante controllare il mio punteggio di credito?

Ora che sai che puoi controllare il tuo punteggio di credito senza influire negativamente sul tuo punteggio, è tempo di farne un’abitudine. Un punteggio inferiore può indicare errori o frodi sul tuo rapporto di credito. Prima prendi qualcosa, più velocemente puoi affrontarlo.

Anche tenere sotto controllo il tuo punteggio di credito può essere motivazionale. Secondo un sondaggio del 2017 condotto da Discover, le persone che hanno verificato il proprio punteggio 12 o più volte l’anno avevano quasi il doppio delle probabilità di riportare un punteggio migliore, rispetto a coloro che lo hanno verificato una sola volta, secondo un sondaggio del 2017 condotto da Discover. Dopo tutto, per migliorare il tuo punteggio di credito , devi conoscere il tuo numero attuale e monitorare i tuoi progressi.

Come controllare il tuo punteggio di credito

È davvero facile controllare il tuo punteggio di credito in questi giorni, grazie a smartphone e app bancarie. Ecco come controllare regolarmente il tuo punteggio di credito:

1. Scaricalo gratuitamente dalla tua banca, dall’emittente della carta di credito o da Experian

Se hai una delle principali carte di credito, è probabile che l’emittente della carta ti dia già accesso gratuito al tuo punteggio di credito nella loro app, sul tuo estratto conto mensile e / o attraverso uno strumento di educazione al credito. Experian offre anche punteggi FICO a coloro che si registrano per un account Experian gratuito.

I seguenti emittenti di carte offrono punteggi di credito gratuiti ai clienti idonei, a partire dalla data di pubblicazione:

  • American Express (VantageScore)
  • Bank of America (punteggio FICO)
  • Barclaycard US (punteggio FICO)
  • Capital One (VantageScore)
  • Chase (VantageScore)
  • Citi (FICO)
  • Scopri (FICO)
  • Banca statunitense (VantageScore)
  • Wells Fargo (FICO)

2. Compralo

Puoi anche ottenere i tuoi punteggi di credito da ciascuna delle tre principali agenzie di credito – Experian, Equifax e TransUnion – e direttamente da myFICO. Tuttavia, le offerte variano e in alcuni casi è necessario acquistare più di un semplice punteggio di credito:

  • Equifax: $ 15,95 per 30 giorni di accesso al punteggio di credito e al rapporto Equifax
  • TransUnion: $ 24,95 / mese per TransUnion VantageScore illimitato e aggiornamenti dei rapporti, avvisi sui rapporti, strumenti di blocco per rapporti TransUnion ed Equifax e strumenti educativi
  • Experian: $ 39,99 per un rapporto una tantum da tutte e tre le agenzie di credito, insieme ai punteggi di tutte e tre le agenzie. Il valore qui sta nell’ottenere tutti e tre i punteggi, più uno strumento.
  • myFICO: I prezzi partono da $ 15,95 per il tuo punteggio da un ufficio di credito e salgono da lì.

Tieni presente che hai già diritto per legge a una copia gratuita del tuo rapporto di credito da ogni ufficio ogni anno su AnnualCreditReport.com, sebbene il requisito non si estenda ai punteggi di credito.

3. Iscriviti a un servizio di monitoraggio del credito

Esistono diversi servizi di monitoraggio del credito online da cui puoi ottenere il tuo punteggio. Tuttavia, le società che offrono punteggi di credito in questo modo potrebbero richiedere l’iscrizione o il pagamento. È più probabile che tu veda il tuo VantageScore o un modello di punteggio equivalente in questo modo, che è ancora un’informazione utile, ma non è il punteggio FICO utilizzato nel 90 percento delle decisioni di prestito.

Si consiglia di utilizzare questo metodo solo se sei interessato agli altri servizi di monitoraggio del credito. Innanzitutto, approfitta di ciò che offrono la tua carta o il tuo conto bancario e gli strumenti sponsorizzati dall’ufficio di credito che mostrano il tuo punteggio FICO.

Indipendentemente dal metodo scelto, controllare regolarmente il tuo punteggio di credito e apprendere cosa c’è sul tuo rapporto di credito andrà a beneficio della tua salute finanziaria a lungo termine. E ricorda, puoi controllare il tuo punteggio di credito tutte le volte che vuoi e, così facendo, non lo abbasserai.

Related posts

Come evitare le trappole dell’eredità familiare

admin

Potete richiedere una detrazione fiscale per il chilometraggio aziendale?

admin

Esiste un limite di tempo per la riscossione dei crediti?

admin

Leave a Comment