Finanze

Richiedere la detrazione fiscale sugli interessi ipotecari domestici

Possedere la propria casa comporta alcuni vantaggi fiscali, uno dei quali è la detrazione degli interessi sul mutuo.

Il Tax Cuts and Jobs Act (TCJA) ha influenzato in qualche modo questa detrazione quando è entrato in vigore nel 2018, ma la legislazione non eliminare del tutto la detrazione dal codice fiscale, ponendo solo dei limiti e delle restrizioni. Scopri come richiedere la detrazione degli interessi del mutuo sulla casa e cosa aspettarti nel processo.

Come richiedere interessi ipotecari domestici

Per richiedere gli interessi ipotecari, devi dettagliare le detrazioni sul modulo 1040, Schedule A. Ciò significa rinunciare alla detrazione standard per il tuo stato di deposito. Quindi puoi dettagliare o richiedere la detrazione standard, ma non puoi fare entrambe le cose.

Immettere i costi degli interessi ipotecari nelle righe da 8 a 8c dell’Allegato A, quindi trasferire il totale dall’Allegato A alla riga 9 del Modulo 1040 2019. Questo 1040 è diverso da quello in uso per l’anno fiscale 2018, quindi le righe non sarà più lo stesso.

Determinare quanto interesse hai pagato

Dovresti ricevere il modulo 1098, una dichiarazione sugli interessi ipotecari, dal tuo creditore ipotecario all’inizio di ogni anno fiscale. Questo modulo riporta l’interesse totale che hai pagato durante l’anno precedente se supera $ 600. Non devi allegare il modulo alla dichiarazione dei redditi perché l’istituto finanziario deve anche inviare una copia del modulo 1098 direttamente all’IRS, quindi l’IRS ce l’ha già.

Assicurati che la detrazione degli interessi ipotecari che richiedi nella Tabella A corrisponda all’importo riportato nel modulo 1098. L’importo che puoi detrarre potrebbe essere inferiore all’importo totale visualizzato nel modulo in base a determinate limitazioni.

Conserva il modulo 1098 con una copia della dichiarazione dei redditi presentata per almeno quattro anni. Conservare le copie delle dichiarazioni dei redditi presentate aiuterà nella preparazione per le dichiarazioni dei redditi future.

Vale la pena rivendicare la detrazione?

L’Allegato A copre anche molte altre spese deducibili, comprese le tasse sulla proprietà immobiliare, le spese mediche e i contributi di beneficenza. A volte tutti questi si sommano a più della detrazione standard per il tuo stato di deposito, vale a dire che vale il tempo e gli sforzi necessari per dettagliare le detrazioni, ea volte non lo fanno.

Risparmierai più dollari di tasse saltando la detrazione degli interessi del mutuo sulla casa e richiedendo invece la detrazione standard se il totale di tutte le detrazioni dettagliate non supera l’importo della detrazione standard a cui hai diritto.

A partire dall’anno fiscale 2020, la detrazione standard è:

  • $ 12.400 per i contribuenti single e i contribuenti sposati che presentano dichiarazioni separate, da $ 12.200 nell’anno fiscale 2019
  • $ 24.800 per i contribuenti sposati che presentano la domanda congiuntamente e per le vedove qualificate, da $ 24.400 nel 2019
  • $ 18.650 per coloro che si qualificano come capofamiglia, da $ 18.350 nel 2019

Queste cifre sono all’incirca il doppio delle detrazioni standard in vigore nell’anno fiscale 2017. Di conseguenza, potresti non disporre di detrazioni dettagliate sufficienti per superare la detrazione standard a cui hai diritto per il tuo stato di deposito.

Di solito è consigliabile completare l’Allegato A e confrontare il totale delle detrazioni dettagliate con la detrazione standard per scoprire qual è il metodo migliore per te.

Quali case sono coperte?

Supponendo che tu scelga di dettagliare, la detrazione degli interessi del mutuo sulla casa viene fornita con più regole di qualificazione.

In primo luogo, la detrazione degli interessi ipotecari include quanto hai pagato sui prestiti per acquistare una casa, sulle linee di credito di equità domestica e sui prestiti di costruzione. Ma il TCJA ha posto una restrizione significativa al debito di equità domestica a partire dall’anno fiscale 2018. Non è possibile richiedere la detrazione per questo tipo di prestito a meno che non si dimostri che è stato stipulato per “acquistare, costruire o migliorare sostanzialmente” la casa che garantisce il prestito.

In altre parole, sei sfortunato se rifinanzi per pagare l’istruzione universitaria di tuo figlio o la tua luna di miele. Questo non era il caso prima del 2018.

La detrazione è limitata anche agli interessi che hai pagato sulla tua casa principale o su una seconda casa. Gli interessi pagati sulla terza o quarta casa non sono deducibili.

La tua casa può essere un’abitazione unifamiliare, un condominio, una casa mobile, una cooperativa o persino una barca, praticamente qualsiasi proprietà che abbia “strutture per dormire, cucinare e servizi igienici”, secondo l’IRS. sono molte altre regole qualificanti per la detrazione.

Devi essere l’obbligatore

Devi anche essere legalmente impegnato per il prestito: il debito non può essere intestato a qualcun altro a meno che non sia il tuo coniuge e tu stia presentando una dichiarazione congiunta. Deve essere un prestito in buona fede, in quanto hai l’obbligo contrattuale di rimborsarlo. La tua casa deve fungere da garanzia per il prestito e i tuoi documenti ipotecari devono indicarlo chiaramente.

Quando si tratta di presentare una dichiarazione congiunta, hai il diritto di detrarre solo gli interessi che hai pagato personalmente, indipendentemente da chi di voi ha ricevuto un modulo 1098 dal prestatore.

Limitazioni del dollaro sui prestiti

I prestiti utilizzati per acquistare o costruire una residenza sono chiamati “debiti per l’acquisto di una casa”. Il termine si riferisce a qualsiasi prestito preso allo scopo di “acquisire, costruire o migliorare sostanzialmente” una casa qualificata.

In passato era possibile detrarre gli interessi sui debiti di acquisto della casa fino a $ 1 milione per la tua casa principale e / o la tua residenza secondaria nel 2017, ma il TCJA lo ha ridotto a $ 750.000 a partire dall’anno fiscale 2018. Il limite scende ancora di più a $ 375.000 se sei sposato e dichiari una dichiarazione separata.

Supponiamo che tu abbia preso in prestito $ 800.000 contro la tua residenza principale e $ 400.000 contro la tua residenza secondaria. Entrambi i prestiti sono stati utilizzati esclusivamente per acquisire o migliorare sostanzialmente gli immobili. Insieme, i prestiti ammontano a $ 1,2 milioni, superando il limite di $ 750.000 secondo i termini del TCJA.

Puoi richiedere una detrazione degli interessi ipotecari solo per la percentuale attribuibile ai primi $ 750.000 presi in prestito. L’interesse associato a questi altri $ 450.000 è solo denaro che hai speso. Non ottieni uno sgravio fiscale per questo.

Eccezioni alla regola dei $ 750.000

L’IRS riconosce due eccezioni al limite di debito di $ 750.000 a partire dal 2019. Puoi utilizzare il vecchio limite di $ 1 milione in due circostanze:

  • Hai acceso il mutuo prima del 16 dicembre 2017 se questo mutuo, più qualsiasi debito accantonato, ammonta a un milione di dollari o meno
  • Hai acceso il mutuo entro il 13 ottobre 1987, il che lo rende debito nonno

Prestiti per l’edilizia domestica

Si possono detrarre gli interessi sui mutui utilizzati per pagare le spese di costruzione, se i proventi vengono utilizzati esclusivamente per l’acquisto del terreno e per la costruzione della casa. Le spese sostenute durante i 24 mesi prima del completamento della costruzione contano per il limite di $ 750.000 sul debito per l’acquisto di una casa.

Ma c’è un problema. Se deduci gli interessi su un mutuo di costruzione per due anni e poi decidi di vendere la proprietà piuttosto che trasferirti e usarla come tua residenza, potresti dover modificare la tua dichiarazione dei redditi per gli anni in cui hai detratto l’interesse per caratterizzarla come investimento interesse invece, che può limitare la sua deducibilità, in quanto l’IRS potrebbe richiedere un rimborso.

Punti che hai pagato

I punti pagati sul debito di acquisizione per le case primarie e secondarie sono interamente deducibili nell’anno in cui vengono pagati. I punti non sono sempre riportati nel modulo 1098, ma potresti essere in grado di trovarli sul tuo estratto conto, altrimenti chiedi al tuo prestatore.

Quando cercare l’aiuto di un professionista fiscale

Capire la detrazione degli interessi sui mutui domestici è semplice per alcuni contribuenti, ma non così tanto per altri. Sommare gli interessi riportati sul modulo 1098 e immettere il totale nella pianificazione A. È possibile utilizzare il foglio di lavoro nella pubblicazione 936 per calcolare la detrazione consentita.

Tuttavia, potresti voler verificare con un professionista fiscale se hai acquistato o venduto proprietà durante l’anno fiscale o se il tuo debito per l’acquisto di una casa supera il limite di $ 750.000. In effetti, avrebbe senso chiedere il parere di un professionista fiscale anche prima di acquistare o vendere immobili, se non altro per avere un controllo sulle conseguenze fiscali della propria decisione.

Related posts

I democratici mettono in conto un salario minimo di $ 15

admin

Investire in Africa con questi ETF africani

admin

5 modi per identificare i punti di forza e di debolezza della tua squadra

admin

Leave a Comment