Calcio Internazionale

Pizza al Molde in Europa League

A chi non piace guardare una partita di calcio bevendo qualcosa e mangiando delle pizze? Senza dubbio, un grande lusso che a tutti noi piace concederci di volta in volta. Soprattutto se si tratta di guardare partite interessanti nei tornei europei. Ma a volte, la fame e la voglia di mangiare, finiscono per girare il mondo per un curioso e divertente incidente.

È che nel duello tra Hoffenheim e Molde per la UEFA Europa League, è successo qualcosa che potrebbe essere minimamente descritto come bizzarro. Mentre i giocatori della squadra tedesca hanno festeggiato 1-0, le telecamere hanno ripreso da dietro l’arrivo di un ragazzo con due scatole di pizza in mano. Il ragazzo delle consegne non sapeva dove entrare ed è finito in TV a fare una consegna allo stadio della squadra norvegese. Sono passati solo pochi secondi, ma la TV ha smesso di filmare tutto e non c’era modo di scappare.

Per quanto riguarda la partita, hanno chiuso 3-3 con un buon vantaggio in trasferta per Sinsheim, che torneranno in terre germaniche con l’intenzione di chiudersi molto indietro e non convertirsi. Spicca la figura di Moanes Dabour, che in visita ha segnato due gol che ha saputo essere 2-0 e 3-1 ma non è riuscito a tenere il risultato fino alla fine. David Datro Fofana è stato incaricato di mettere il pareggio sul tabellone a 15 ‘dalla fine e nessuno dei due ha potuto fare di nuovo la differenza.

La partita di ritorno sarà la prossima settimana. Si terrà il 25 febbraio, a partire dalle 14:55, nella Rhein-Neckar-Arena. Per tutta la Germania è finora il miglior ruolo nella sua storia e cercherà di continuare sulla stessa strada (a priori sembra la squadra più forte). Se i nordici si qualificheranno, otterranno lo stesso risultato, poiché avevano già raggiunto questa istanza nel 2016, quando il Siviglia li ha lasciati fuori.

ARGOMENTI CHE COMPARI IN QUESTA NOTA

Related posts

Roman non ha mai trovato niente

admin

Koeman: "Sappiamo che dobbiamo reagire"

admin

La Lega di Francia e un nuovo ordine contro il razzismo

admin

Leave a Comment